Arriva Vini&Sapori del Garda!

Apre i battenti sabato 23 e domenica 24 febbraio, presso la galleria de La Vele di Desenzano il numero zero della manifestazione “Vini&Sapori del Garda”, kermesse dedicata ai prodotti enogastronomici tipici del Lago di Garda, organizzata in collaborazione con l’Associazione “Strada dei vini e dei sapori del Garda”, il Consorzio Valtènesi, il Consorzio Lugana, l’ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) e col patrocinio del Comune di Desenzano del Garda. L’evento che prevede la presenza di stand di produttori di vino e olio e propone diversi momenti dedicati alla degustazione per guidare alla scoperta dei sapori locali famiglie e turisti che affollano la struttura.

La manifestazione, fortemente voluta dalla direzione del Complesso Commerciale, si propone di costruire percorsi sinergici fra le strutture commerciali di servizio a turisti e famiglie e i produttori del territorio, a sostegno del gusto e della cucina italiana in un contesto naturalmente turistico come quello del Lago di Garda.

A rendere ancora più esclusiva l’esperienza, la presenza dello chef Carlo Bresciani, guest star d’eccezione, presidente vicario nazionale della Federazione Italiana Cuochi e patron di Antica Cascina San Zago; tra i maître à penser della cucina italiana nel mondo sulla scia di un successo che moltiplicato da trasmissioni televisive, saloni del gusto, attenzione dei mass media e passaparola ha assunto una dimensione planetaria.
Gli chef sono le vere star del momento e le iniziative che li coinvolgono sono un sicuro successo come  il contest #lamiaricettadelgarda lanciato da Le Vele che chiedeva di mettere in gara una ricetta realizzata utilizzando almeno un ingrediente tra olio del Garda, chiaretto e formaggio del Garda, in palio una cena da 150 euro presso il ristorante Antica Cascina San Zago e altri premi. Inutile dire che le ricette, tutte molto interessanti e dall’ottimo “impiattamento” sono fioccate!

Il fermento non riguarda solo il food che, grazie a ricerca, fantasia e imprenditorialità sta vivendo un nuovo Rinascimento, ma ha investito tutto il mondo delle professioni legate alla ristorazione e all’ospitalità alberghiera. Professioni antiche si sono rivestite di nuovo carisma e di una inedita considerazione e, cosa ancora più importante, della missione di attrarre nel Belpaese i turisti, specie stranieri, a caccia di nuovi stimoli per una vacanza dove l’esperienza del gusto acquista sempre più spazio. Basta dire che nel 2018 l’esperienza turistica legata alla degustazione e ai ristoranti ha registrato una crescita a due cifre del +73%. Una prospettiva molto interessante se teniamo conto che il turismo l’anno scorso ha portato al Paese un contributo di ricchezza di 44 miliardi di euro.