Amate il Giappone? Avete mai sentito parlare della Settimana d’oro?

Dal 29 aprile al 5 maggio tutto il Paese è in festa. Si parte il 29 aprile con il Showa day, in cui si celebra il compleanno dell’imperatore Hirohito, che ha regnato prima, durante e dopo la seconda guerra mondiale (dal 1926 al 1989). Lo scopo ufficiale della festività è quello di riflettere sul periodo Showa del Giappone, quando la nazione si riprese dopo un periodo turbolento, e pensare al futuro del Paese. Il 3 maggio è la Festa della Costituzione, una giornata per ricordare la data in cui la costituzione giapponese è entrata in vigore, nel 1947. Questa data è stata scelta affinché si rifletta sul significato della democrazia. L’attuale Costituzione sostituì quella Imperiale; il ruolo dell’Imperatore rimane ora come simbolo dello Stato e dell’unità dei cittadini. Un passaggio fondamentale recita così: “il governo è un diritto sacro del popolo, la sua autorità deriva dal popolo, i suoi poteri sono esercitati da rappresentanti del popolo, e i suoi benefici sono goduti dal popolo”. Il 4 maggio è la Festa del Verde, fiori ovunque, piazze allestite a tema, parchi e giardini da sogno, una giornata per onorare la Primavera come simbolo della rinascita. Una giornata dedicata alla natura, ringraziarla per la sua benevolenza nei confronti degli uomini. La festa è stata istituita perché l’imperatore Akihito amava molto la natura e si impegnò per la salvaguardia ambientale delle foreste giapponesi. Il 5 maggio è la Giornata dei bambini, in particolare i maschi. Nelle case si mette in bella vista l’armatura da Samurai, simbolo nazionale della protezione ai bambini, in più si appendono carpe di cartapesta che simboleggiano la forza e la vitalità poiché questi pesci risalgono i fiumi controcorrente. Cerimonie e feste in cui si augurano felicità e prosperità a tutti i bambini maschi si tengono ovunque nel Paese. Ai bambini viene fatto il bagno con fiori di Iris e gli si offre per colazione un dolce tipico e particolare, il “Kashiwa Mochi”.  A causa del Coronavirus, il Presidente giapponese Abe ha chiesto ai cittadini di rimanere a casa, quindi quest’anno nessuna celebrazione o evento pubblico. L’appuntamento è per il 2021. Sayonara!